UNICEF

Comitato Italiano per l’UNICEF onlus

Via Palestro 68, 00185 Roma

email: info@unicef.it

Numero Verde 800-745.000

Bambini in pericolo

Ogni giorno, in ogni angolo del mondo, milioni di bambini sono in
pericolo.
Molti vivono in paesi come Eritrea, Nigeria, Sudan, Siria, Iraq o
Afghanistan, paesi in conflitto, in povertà estrema, senza la protezione e l
e cure di cui avrebbero bisogno.
Sono bambini in pericolo che non hanno scelta. Noi sì. Insieme possiamo aiutarli.
L’UNICEF lavora ogni giorno per garantire sopravvivenza e sviluppo a tutti i bambini e le bambine e in particolare ai più vulnerabili, a quelli che vivono nelle zone sotto assedio, in quelle colpite da catastrofi naturali, nelle stradedi città in degrado o nei villaggi più isolati, cercando di rag
giungere fino all’ultimo bambino in pericolo.
Tutti i bambini hanno diritto di crescere sani, giocare, di andare a scuola, di avere opportunità.

Insieme possiamo salvare fino all’ultimo bambino in pericolo per:

– conflitti e guerre

232 milioni di bambini vivono in zone e regioni coinvolte da conflitti armati. Nel mondo circa 250.000
bambini e bambine sono costretti a imbracciare un’arma. Da Siria e Iraq al Sud Sudan e alla Repubblica
Centrafricana, guerre e conflitti mettono in pericolo milioni di bambini: traumi fisici e psicologici, malattie e
malnutrizione, violenza e sfruttamento.
L’UNICEF garantisce ai bambini alimenti salvavita, acqua potabile, medicine, protezione nelle zone di guerra
e sostegno psicologico e speciali programmi di reinserimento e recupero dai traumi per gli ex-bambini
soldato.
– violenza
12 milioni di bambini nel mondo sono vittime di violenza sessuale, 6 bambini su 10 sono soggetti a maltrattamenti e punizioni fisiche.
L’UNICEF offre sostegno a genitori, tutori e famiglie; aiuto psicosociale a bambini e adolescenti; promuove leggi e politiche a protezione dell’infanzia, raccolte di dati e ricerche.
– malattie
16.000 bambini perdono la vita ogni giorno prima dei 5 anni per malattie curabili o prevenibili con le vaccinazioni.
L’UNICEF fornisce vaccini a oltre un terzo dei bambini del mondo.
In caso di emergenza, o conflitto o catastrofe naturale, l’UNICEF interviene con campagne di vaccinazione infantile di massa per evitare il
diffondersi delle epidemie.
– malnutrizione
200 milioni di bambini nel mondo soffrono di malnutrizione. Ogni anno quasi la metà dei bambini sotto i cinque anni muore per cause a essa correlate.
L’UNICEF fornisce l’80% degli alimenti terapeutici pediatrici del mondo per curare e salvare i bambini colpiti da malnutrizione grave acuta.
– disastri naturali
175 milioni di bambini rischiano ogni anno di essere colpiti da disastri naturali. Durante un’alluvione, un terremoto o un tifone, i bambini sono i più vulnerabili ed esposti anche a malattie, malnutrizione, violenza e sfruttamento.
 L’UNICEF nelle emergenze fornisce informazioni sulla prevenzione delle infezioni e garantisce acqua potabile e servizi igienici, alimenti terapeutici, spazi a misura di bambino per l’istruzione e il sostegno psicologico e sociale.
– lavoro
150 milioni di bambini tra i 5 e 14 anni coinvolti, nei Paesi in via di sviluppo, in forme di lavoro minorile dannose per la loro salute e il loro sviluppo. Lavori che li condannano a una vita senza giochi né istruzione.
L’UNICEF combatte le peggiori forme di sfruttamento del lavoro minorile anche attraverso programmi di istruzione informale e sussidi in denaro alle famiglie più povere.